26 6 / 2012

"Un sorriso non dura che un istante, ma nel ricordo può essere eterno."

Friedrich Von Schiller

26 6 / 2012

Il sorriso può essere usato come forma di terapia, per migliorare la qualità della salute.

In molti ospedali i bambini cambiano subito umore appena vengono ricoverati, perchè sanno che verranno a contatto con medici che gli  faranno esami o terapie e lo vivono come un trauma, specialmente se sono già affetti da una malattia e la degenza supera qualche giorno.

Anche adulti e anziani non vivono bene il ricovero in ospedale, è vista come una situazione triste e non sempre di passaggio in certi casi.

Per questo è nata la clown-terapia in molti reparti ospedalieri, per portare un’aria nuova all’interno del reparto, ma soprattutto per far ritornare il sorriso alle persone ricoverate. Ai bambini serve una ventata di energia che li distragga dalla solita routine e li porti via dallo stato di depressione e solitudine che li avvolge nonostante il loro spirito ancora vivo di divertirsi e giocare che però non possono esprimere. Con i clown-dottori possono avere qualche momento della giornata anche inaspettato in cui poter sorridere, divertirsi e giocare, perchè dalla  tasca dei clown esce sempre qualche oggetto che può far divertire o usano semplicemente qualche oggetto presente nella stanza trasformando il suo uso abituale in qualcosa di divertente. Inoltre i clown raccontano storie anche inventate e creano scenette coinvolgendo i familiari del paziente e molte volte lo staff ospedaliero presente in camera. E’ molto importante anche per i familiari dei pazienti la presenza dei clown perchè è un sollievo vedere il figlio felice mentre si diverte o esprime solamente un sorriso, e fanno qualcosa che il genitore non riesce a fare perchè troppo preoccupato per le condizioni del proprio figlio.

Ogni clown-dottore ha un proprio nome simpatico che non corrisponde a quello anagrafico, per distinguere la persona che è all’interno dell’ospedale da quella che invece vive la vita reale all’esterno. Indossando il camice e il naso rosso entra direttamente nel personaggio..

26 6 / 2012

"Il compito dei medici non è rinviare la morte, ma migliorare la qualità della vita."

Tratta dal film “Patch Adams”

18 6 / 2012

"Sorridi sempre, anche se è un sorriso triste, perché più triste di un sorriso triste c’è la tristezza di non saper sorridere."

    Jim Morrison 

18 6 / 2012

Un sorriso non costa niente e produce molto

arricchisce chi lo riceve,

senza impoverire chi lo da.

Dura un solo istante,

ma talvolta il suo ricordo è eterno.

Nessuno è così ricco da poter farne a meno,

nessuno è abbastanza povero da non meritarlo.

Crea la felicità in casa,

è il segno tangibile dell’amicizia,

un sorriso da riposo a chi è stanco,

rende coraggio ai più scoraggiati,

non può essere comprato, ne prestato, ne rubato,

perché è qualcosa di valore solo nel momento in cui viene dato.

E se qualche volta incontrate qualcuno

che non sa più sorridere,

siate generoso, dategli il vostro,

perché nessuno ha mai bisogno di un sorriso

quanto colui che non può regalarne ad altri.

                                                                                      - Gino Mazzella -

26 5 / 2012

"Un giorno senza un sorriso è un giorno perso."

Charlie Chaplin

24 5 / 2012


Tutti possiamo donare e ricevere un sorriso.

Nella vita ogni persona spesso ne riceve uno, anche quotidianamente.

Un sorriso può cambiare un momento, la giornata, ma anche certi momenti della vita che una persona vive…

Può essere espresso come un saluto da uno sconosciuto che ci sorride per cortesia, da un conoscente o amico che è contento del nostro incontro, può essere un segno di rispetto o  semplice educazione oppure come dimostrazione di felicità. Ogni sorriso nasconde dietro di sé diversi sentimenti ed emozioni, a seconda della persona che lo mette in atto e del suo stato d’animo.

E’ lo strumento di una gioia condivisa con cui si riesce a infondere sicurezza e a incoraggiare le persone a comunicare fra loro per celebrare la vita.

Il sorriso viene rappresentato stirando la bocca, inarcando le labbra ed eventualmente mostrando i denti...però un vero sorriso che esprime emozioni, viene visto dagli occhi di quella persona..che trasmettono  il sorriso, da qui la nota espressione “ridere con gli occhi” .